EnglishItalian

CHEF ITALIANI NEI RISTORANTI FASHION TRA I PIU’ PREMIATI DA MICHELIN

Mostra tutto

CHEF ITALIANI NEI RISTORANTI FASHION TRA I PIU’ PREMIATI DA MICHELIN

Trussardi a Milano, Armani a Parigi: pioggia di stelle Michelin sui fashion ristoranti, in attesa di Gucci

La prima bella notizia è arrivata a fine 2017, quando lo chef Roberto Conti ha riportato la stella Michelin al Trussardi alla Scala di Milano. È di oggi (7 febbraio) invece la notizia che l’Emporio Armani Ristorante di Parigi, con il suo chef Massimo Tringali, è stato insignito della sua prima stella. Ora tutti si chiedono se la prossima sarà la Gucci Osteria, appena aperta a Firenze.

Ci ha messo tre anni di lavoro, lo chef Roberto Conti, a far riconquistare al ristorante della famiglia Trussardi la stella che gli era stata tolta dalla guida gastronomica, quando Andrea Berton se ne era andato per aprire un suo spazio sempre a Milano.

Invece non ci ha messo molto il nuovo ristorante di Emporio Armani (riaperto nel 2016) in boulevard Saint-Germain a Parigi a convincere gli esperti della Michelin della bontà della sua offerta culinaria, summa delle molteplici tradizioni regionali italiane interpretate in un contesto più ricercato, con prodotti in arrivo direttamente dalla Penisola.

Ci si chiede se il buon momento dei ristoranti griffati proseguirà anche con la Gucci Osteria, aperta dal brand fiorentino con Massimo Bottura (chef 3 stelle dell’Osteria Francescana di Modena), che nello spazio di piazza della Signoria ha messo a punto il menù “Vieni nel mondo con noi” diviso in piatti, contorni, dolci ispirati ai viaggi dello chef, ma basati sulla gastronomia italiana.

Bottura in realtà ha già lasciato la cucina di Gucci ed è tornato a Modena, lasciando il timone della cucina ad Ana Karime Lopez Kondo, chef colombiana del Central di Lima (nella foto, gli spaghetti dell’Emporio Armani Ristorante di Parigi).