La Tenuta Belvedere è quasi pronta per la vendemmia 2017

Mostra tutto

La Tenuta Belvedere è quasi pronta per la vendemmia 2017

Il momento della vendemmia per una fattoria è certamente il più bello e felice dell’anno, non solo perché si raccolgono i frutti coltivati per una stagione ma anche per tutte le attività che girano intorno a questo evento,  il pullulare dei vari preparativi, il fermento che si crea intorno alla materia prima del Chianti, “l’oro rosso”, come amano chiamarlo alcuni.

Anche alla Tenuta Belvedere,  come nel resto del territorio, ci si appresta a decidere quali possono essere i momenti migliori per iniziare la vendemmia. Gli specialisti stanno facendo le prove che consistono nel prelevare dei campioni di uva per analizzarli e in base al loro stato di maturazione decidere quando è il momento di vendemmiare. Questo deve essere calcolato perfettamente, ci sono infatti delle vigne che possono aver sofferto un po’ di più della mancanza di precipitazioni quindi devono essere raccolte prima. La regola dice che se piove meno come quest’anno, la quantità del vino che scaturisce sarà un po’ inferiore ma di qualità superiore.

In questo test che abbiamo fatto ieri mattina, che consiste nello schiacciare gli acini per misurarne la gradazione alcolemica, stabiliamo così il grado di maturazione dell’uva,  per poter prevedere con precisione i tempi della vendemmia. Per le date ci aggiorneremo  a mercoledì, dopo aver parlato con l’Enologo  Francesco Bartoletti, decideremo quindi al momento.
Se venerdì piove andremo alla meta della prossima settimana… altrimenti giovedì  inizieremo la vendemmia.

In Toscana quando la stagione calda volge alla fine,  si nota che le piante si dipingono dei colori tipici dell’autunno.
Questo periodo è particolarmente indicato per visitare queste terre e fare l’esperienza wine tour. Chi vuole scoprire le usanze e i costumi tipici di questo territorio ricco di storia e semplici tradizioni. Sarà possibile visitare le cantine e le fattorie in piena attivita’, nel momento della vendemmia, quando si raccoglie l’uva e per comprendere, da vicino, l’intero processo,  in tutte le fasi della vinificazione.

Per chi vuole estendere anche la sua mini vacanza alla ricerca di paesini di campagna, borghi medievali, antiche pievi romaniche, piccoli paesi con botteghe di alimentari, puo’ raccogliere questa opportunità per trascorrere delle vacanze all’insegna delle tradizioni  della antica cultura contadina Toscana.

In questo periodo la grande tradizione culinaria Toscana raggiunge il suo apice, poichè si trovano già i prodotti stagionali come i funghi, le salsicce, i formaggi, il lardo, i tartufi e molto altro ancora, per non parlare delle carni con le bistecche e la cacciagione per gli arrosti, questi ultimi rappresentano il piatto forte della regione.

Come ha dichiarato Giovanni Busi, presidente del Consorzio Vino Chianti:

“Possiamo affermare senza dubbio che l’ondata di precipitazioni che ha colpito alcune zone della Toscana nel periodo centrale del mese di agosto ha salvato buona parte del raccolto del 2017. Purtroppo le precipitazioni hanno coinvolto il territorio a macchia di leopardo e anche se nel complesso la situazione è migliorata, ci auguriamo nuove piogge nei prossimi giorni soprattutto nelle zone dove l’acqua non è caduta. Sarà una vendemmia di qualità anche se la quantità sarà inferiore rispetto alla media annuale.

La Tenuta Belvedere accoglie i visitatori WineTour che decidono di fare questa bellissima esperienza degustativa.
Prepara per i suoi ospiti degustazioni in azienda che rappresentano un’occasione unica per assaporare eccellenti prodotti toscani di vinificazione biologica. Assaggiando i vini delle cantine  dove nascono e invecchiano concentrando i loro aromi  nel rispetto dell’antica tradizione vinicola e del paesaggio.

Sarà un’Ottima Annata…

Tenuta Belvedere


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *