Milano in Montenapoleone district tutto pronto per “La Vendemmia”

Mostra tutto

Milano in Montenapoleone district tutto pronto per “La Vendemmia”

È ormai delineato il programma de La Vendemmia, iniziata ufficialmente il 9 ottobre e organizzata da MonteNapoleone District. L’aspetto che suscita più curiosità è l’abbinamento tra brand della moda e marchi del vino. In generale, le collaborazioni degli anni scorsi sono state confermate. In ogni caso, l’evento che si tiene nelle strade del lusso di Milano continua a coniugare i più bei nomi di entrambi i comparti e tutto è quasi pronto per la serata clou di giovedì 12 ottobre.

Dopo le prime anticipazioni della settimana scorsa, ecco alcune delle scelte ufficializzate in questi giorni dai brand della moda e del vino. Gli spumanti Ferrari saranno protagonisti in più boutique. Da Borsalino, in via Sant’Andrea 5, la casa di Trento offrirà in degustazione il Ferrari Maximum Brut, mentre da Ermenegildo Zegna le bollicine iconiche del Giulio Ferrari Riserva del Fondatore accompagneranno i piatti del ristorante Da Vittorio, tre stelle Michelin. Sempre da Zegna, Ferrari presenterà il nuovo spumante Perlè Zero, Trentodoc a dosaggio zero.

Broglia è il partner vinicolo scelto da Aspesi e nella boutique al 13 di via Montenapoleone i fortunati possessori del Vip pass potranno provare la wine tasting experience con i prodotti della Tenuta La Meirana, provenienti da Gavi (Alessandria).

Da Venini, al 10 di Montenapoleone, sarà possibile degustare i vini di Valle dell’Acate, azienda siciliana di proprietà di Gaetana Jacono e del presidente di Coldiretti Sicilia, Francesco Ferreri. Il Prosecco di Mionetto sarà invece protagonista nella boutique di Chiara Boni in via Sant’Andrea, mentre le bollicine metodo classico di Berlucchi saranno in degustazione da Fratelli Rossetti con il Berlucchi ‘61 Franciacorta Brut. Prosecco d’autore anche da Coach, che ospiterà Villa Sandi, e da L.B.M. 1911, dove sarà protagonista Valdo.

Renzo Rosso sarà presente alla boutique Maison Margiela di via Sant’Andrea per brindare con i propri vini. Il fondatore di Diesel e Otb group è infatti proprietario di Diesel Farm, che include un centinaio di ettari collinari nella provincia di Vicenza suddivisi tra boschi secolari, pascoli, oliveti, frutteti, orti e vigneti da cui ricava circa 15 mila bottiglie di vino l’anno.

Patto tutto toscano tra Sutor Mantelassi e Tenuta Argentiera; l’azienda di Bolgheri, di proprietà dell’imprenditore austriaco Stanislao Turnauer, sarà presente nella boutique del brand fiorentino di calzature maschili con l’Argentiera Bolgheri Superiore doc. Quinto anno di collaborazione tra La Martina e Dianella, che hanno ormai consolidato un feeling tra il brand del polo argentino e i vini pregiati della Toscana. Oltre ai vini ci sarà spazio per uno showcooking a vista realizzato dallo chef Fabio Gelli, i cui piatti saranno abbinati a due vini creati nella storica residenza medicea di Vinci: “Il Matto delle Giuncaie” e il “Maria Vittoria and Ottavia” entrambi sangiovese in purezza.

C’è infine spazio per la grappa di alta qualità. Da Larusmiani, marchio controllato dal presidente di MonteNapoleoneDistrict Guglielmo Miani, ai vini siciliani di Planeta si accompagneranno i distillati di Nonino, protagonisti di un vero e proprio secret bar.

By PamBiancoNews


Tenuta Belvedere Tuscany

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *